Diario S5 G13. Gorgoglianze a te e famiglia

Diario S5 G13. Gorgoglianze a te e famiglia

Sarà un po’ lungo, stai cosi lontano;
mi godo il viaggio, sai che guido piano;
adesso guarda dalla tua finestra non ci credi ?
Sono qua (Fabio Concato – E’ festa)

GorgoglianzeFacebook è la prima fonte certa per scoprire facilmente se qualcuno è morto. È un bollettino aggiornatissimo su defunti, cause e persino sull’effettiva influenza del caro estinto.

In sostanza, oltre agli aggiornamenti sul defunto o più del giorno, locali che siano o meglio ancora se vip, è possibile infatti misurare il grado di “affetto” suscitato sulle persone o l’effettiva popolarità di cui si godeva in vita.

Per esempio, quando è morto mio Zio la sua popolarità era cinque su dieci sulla scala locale, 2 su quella familiare e zero sulla Vip.

Quando è morto Frizzi invece era palese il 10 su scala Vip, il 10 sul piano locale ed il 9 sulla familiare.

Alla morte della “Principessa Leila” di “Star Wars” ci fu anche il 10 sul piano internazionale poi 9 sulla Vip, il 6 su scala locale ed un misero 1 in quella familiare.

Quando è morto Paolo Villaggio eravamo a 9 sulla Vip, 5 in locale e 5 su familiare. Invece quando morì Fantozzi fu 10 su tutte le scale.

Insomma Facebook, non me ne voglia l’aggiornamento sulla normativa della privacy, è uno strumento utile per raccogliere dati, anche se sei già morto.

Ecco perché quando muore qualcuno, una volta che lo si è scoperto sui social, ci si va a scrivere sulla bacheca. “Mi dispiace che ai morto, eri bravo e salutavi ogni mattina sul tuo profilo”.

Il motivo non è ancora stato compreso. Immagino ci si aspetti che il morto batta un colpo o un tasto. Chi lo sa.

Di sicuro però lo sanno i parenti, oltre a Facebook, che si ritrovano per giorni a compiere il “dovere” di commentare sulla bacheca del proprio caro le “gorgoglianze”, come sono soliti fare e purtroppo scrivere, con forte sentimento, gli amici del web.

Sappiate però, nel caso io muoia prima di Facebook, di evitarmelo. E se proprio vi dovesse scappare, sappiate che verrò ad interrompere tutti i vostri sogni sessuali, trasformandoli in un film di Emma Dante coi sottotitoli in polacco.

Rip.

Condividi: