Diario S5 G9. Piacere, per piacersi

Diario S5 G9. Piacere, per piacersi

Vivo perduta nel mare (della mia fantasia)
Ed ogni notte un dolore (che col sole va via)
Io lo so, è una vita che questa mia vita
Va avanti così (Irene Grandi – In vacanza da una vita)

Un autore per piacere, deve ritrovarsi sempre a scrivere dei propri cazzi. Non importa se reali, gonfiati o neppure vissuti, l’importante è rendersi sempre protagonista di quel racconto. Piacere, per piacersi.

Un po’ come quando incontri quell’amico della comitiva che c’ha sempre i cazzi della sua famiglia da raccontare, ma di sé, mai nulla di interessante.

Ecco, questa è il compromesso quotidiano da “raccontatore” seriale, esistere attraverso i racconti degli altri.

In sintesi, vivere la vita come un floppy disk da 1,44mb, ma se lo inserisci al contrario, poi, non si legge una minchia. Ecco, due facce, che a differenza di un vinile, hanno un solo verso, un solo prospetto.

Condividi: