Diario S4 G35. Castro: alzati e cammina

Fidel Castro compie 90 anni. A Cuba si festeggia. Il mondo lo omaggia. Resta ancora un mistero: è vivo sul serio?

Limonero…ay limón limonero
A tu vera le dijo un mocito
Falso y embustero
Como a nadie en el mundo he querio
Serrana te quiero
Ten piedad de mi
Calma mi dolor
Ay limón limonero
Limonero mío de mi corazón (Nilla Pizzi – Limon Limonero)

Tra un comunicato e l’altro Fidel Castro compie 90 anni. Ma il mondo si chiede se realmente sia ancora in vita.

90anni-fidel-castroLo avevo dato per spacciato anch’io già un paio di anni fa (l’ultimo desiderio di Fidel), quando, l’ennesima lunga sparizione, aveva convinto il mondo che fosse effettivamente morto per l’ultima volta.

Ma Fidel, ancora, con una grande lezione di immortalità da far impallidire ogni novello Gesoux, oggi ha compiuto il suo novantesimo compleanno da presunto in vita e non ci resta che raccontarlo.

Il comandante cubano ha trascorso 60 dei suoi novant’anni alla guida del paese, mentre il paese ne passava 30 dei 60 a smentire la sua morte. Castro è l’uomo dell’epitaffio, il campione del mondo dei “coccodrilli” e dei necrologi, il simbolo dell’immortalità dell’uomo che ha strappato il podio di indefettibile al nostro Giulio Andreotti.

Il Giorgio Libassi dell’Avana dunque, ancora vivo o tenuto ancora in vita, avveniristico hipster, con la sua tuta d’ordinanza blu, l’occhialino asincrono e la barbetta incolta, diventa il più longevo comunista dichiarato del nostro tempo.

A Cuba si festeggia e, tra un morso di fame e l’altro, Josè Castelar ha utilizzato più di 80 Kg di foglie di tabacco secco per realizzare un sigaro di 90 metri quale omaggio ai 90 anni dell’ex Presidente.

Tanti altri amici in queste ore hanno voluto omaggiare il “Lìder”, tra questi, Vladimir Putin che ha inviato un sentito telegramma. Sì, un telegramma, avete capito bene, lo scrive l’ansa. Evidentemente il codice morse è andato in disuso anche laggiù.

Condividi: