Diario S4 G28. Silvio il predesti…cado

Diario S4 G28. Silvio il predesti…cado

Silvio Berlusconi, per tanti il Profeta di questa Nazione, dopo il ricovero per problemi cardiaci, si frattura due dita

Forza alziamoci
il futuro è aperto entriamoci
e le tue mani unite alle mie
energie per sentirci più grandi – grandi

Forza Italia mia che siamo in tanti a crederci
nella tua storia un’altra storia c’è
la scriveremo noi con te (Silvio Berlusconi – Forza Italia)

silvio berluconiDopo il ricovero di un mese per un problema cardiaco che lo ha reso amabile, dopo la famosa uveite che lo ha reso rapper, dopo la statuetta che lo ha reso “leso”, Berlusconi, a pochi giorni dalle dimissioni, ospedaliere, ci ricasca e si frattura due dita della mano.

E niente adesso, dopo un trentennio di successi, qualcuno deve avergli premuto il tasto di autodistruzione sulla schiena.

A questo punto appare chiaro che esiste un disegno divino che lo vede protagonista della Sanità, almeno come ospite. Silvio, anziano ogni giorno di più, cosa che sembrava impossibile fino a pochi anni fa. Deve avergli fatto male quel periodo di servizi sociali nella casa di riposo di Cesano Boscone. E forse, anche allora, fu profeta del suo destino: “Esperienza toccante che proseguirò” aveva dichiarato alla fine di quel percorso riabilitativo.

Ormai lo si legge più tra le pagine della cronaca medica che su quelle della politica. Tra un po’ anche su Youporn e siti specializzati, che giuro di non mai aver frequentato e di averne soltanto sentito parlare da un amico di un amico, dove un tempo sarebbe stato l’immagine perfetta per promuovere “cialis” e per i mitici “enlarge your penis”, spunteranno i suoi “Ad” per case di riposo e ringhiere per letti.

E intanto ancora più profetiche sarebbero state le parole scritte dallo stesso Silvio nel più celebre degli inni del partito azzurro:

“Forza alziamoci
il futuro è aperto, entriamoci
e le tue mani, unite alle mie
energie per sentirci più grandi”

Ma il Cavalier, indebolito nel corpo ma non nello spirito, pare averla presa bene, lavandosene le mani. Forse però non si aspettava che l’epiteto “Unto”, lo facesse scivolare così spesso.

Ops.

Condividi: