Diario S4 G21. Corre il tempo

Diario S4 G21. Corre il tempo

Il tempo corre e Palermo s’abbuona la coscienza ogni 23 Maggio. Uno status su internet per coprire la propria indifferenza

in fondo quando c’è sentimento
non c’è mai pentimento
quando c’è sentimento
non c’è mai pentimento (Neri Per Caso – Sentimento Pentimento)

palermo dei lenzuoli23 Maggio 2016, hanno dimenticato l’accortezza del silenzio e del buon senso. Quei valori che tanto tengono a sprecare e vanificare. Come se giornate come questa, 23 maggio, corrano nel calendario alla stessa velocità dello scorrere del tempo. Ci si dimentica con troppa facilità di fissare quelle lancette, le stesse che nel 1992 cambiarono per sempre il corso della storia di questo paese.

Il boato che dovrebbe risuonare nelle nostre orecchie ogni volta che a sproposito cancelliamo la memoria di quel giorno. Il botto di quei morti ammazzati. L’indifferenza di una società infastidita persino dal suono di due sirene o da un parcheggio poco lontano dall’androne di casa.

La stessa indifferenza che rivedo ogni 23 maggio, dove si rimedia a tutto con uno status di poche parole e scritto pure a cazzo. Praticamente un abbuono digitale di coscienza. Un’indulgenza senza gli effetti del “pentimento”.

Perché a Palermo storicamente funziona così. Siamo una città senza pentimento. Anzi, la stessa parola pentito, lo sappiamo benissimo noi che ci viviamo, rappresenta quasi un’onta. Poi tu ci pensi e fa molto riflettere che il “pentimento”, che tanto sdegno suscitava e probabilmente suscita ancora, divenne “celebre” proprio grazie al lavoro di Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e di tutti quegli uomini che persero la vita per ottenerlo.

Eppure un altro anno è passato. Il tempo corre, scorre, senza cancellare l’indifferenza.

Ciao Giovanni, Francesca, Rocco, Vito, Antonio.

Condividi: