Diario S3 G27. L’ Isis alla Palermitana

Diario S3 G27. L’ Isis alla Palermitana

Cosa accadrebbe se il Califfato leggesse gli status alla palermitana di questi giorni…

So che non si può vivere
se non si sa decidere
su ciò che ci capita in certi casi ciclici.
Restare in equilibrio mi rende pazzo
e mi fa pensare, mi fa pensare
che senza l’obbligo dell’equilibrio
il pazzo non cade mai.
Sono stanco di avere mani e piedi
legati al cervello,
dal cervello vorrei sganciarmi
e penetrare tutte le menti del mondo. (Max Gazzè – Casi Ciclici)

Attenzione: prima di leggere questo post è bene che tu abbia capito che non sto parlando della “Iris” quella con la ricotta, insomma quella succulenta frittura alla palermitana, bensì di quel “posto” che in tv viene definito “sedicente Stato Islamico”.

Dopo i terribili episodi capitati il 13 novembre a Parigi, tra i palermitani, sui social, c’è stata una vera e propria gara a chi era più solidale coi francesi. Ora, per rispetto alle vittime, ho voluto aspettare un po’. Però ragazzi dai, smettiamola va.

Ho voluto immaginare la reazione dello Stato Islamico (Isis) nel leggere i commenti e gli status di questi giorni: “Ora nna minamu”

Ciaone.

Isis alla Palermitana

Condividi: