Diario S2 G26. La pubblicità mi fa effetto

Diario S2 G26. La pubblicità mi fa effetto

Oggi è quasi un secolo di noia
E che si fa domani e dopo
E poi nei prossimi vent’anni
Figli di speranze
Per un attimo di gioia
Nella città di antenne e cielo
E luci grigie delle stanze
E la notte cade come un velo
A smorzare gli occhi ed i televisori
E tu dietro a un vetro guardi fuori

 

(Claudio Baglioni – E adesso la pubblicità)

Latte e Cereali

Devo dire la verità: sono un uomo altamente influenzabile, specialmente dalla tv e la sua pubblicità. Sono il soggetto a cui si rivolgono tutti i creativi della televisione mondiale, il perfetto automa a comando. Il tipo pigro a cui propinare qualsiasi messaggio pubblicitario. Non resisto.

Se fossi nato nell’America della guerra in Vietnam mi sarei di sicuro arruolato. I frame nascosti riescono a veicolare i miei pensieri e la cosa assurda è che me ne rendo conto.william galt latte

Questa mattina ad esempio, ho fatto colazione con latte e cereali, input ossessivo compulsivo che mi tormenta da martedì scorso, dovuto all’ottava puntata di “The last man on earth“. Nella serie, ambientata a Tuxon, i protagonisti, rimasti ultimi abitanti sulla faccia della terra, trovano una mucca sopravvissuta al virus che ha sterminato l’intera specie animale e soddisfano, dopo due anni, il desiderio di assaporare dei latticini freschi. Ieri dunque facendo la spesa nel carrello sono finiti ovviamente latte e cereali. Picciuotti: a fissazione! Mi susivu cu stu pinsiero!
Ora mi spiego perché questa estate ho provato a spegnere un incendio con un peto. Peccato per il risultato, più vicino ai peli a batuffolo, che a quello della Vigorsol.

Condividi: