Diario S2 G11. Facebook della terza età

Diario S2 G11. Facebook della terza età

La bella canzone di una volta faceva sorridere la gente,
Che la trovava divertente e la cantava a voce alta.
La bella canzone di una volta faceva commuovere la gente,
Che la ascoltava attentamente e la imparava in una volta.
La canta il commissario al lestofante, la fischia il portinaio spazzolante
Mentre la balia col poppante la trova molto interessante.
L’accenna il giovanotto dal barbiere e dopo un pò la sa tutto il quartiere
Che pullula di mille capinere, e a mezzanotte c’è l’oscurità.
Capinere, capinere, ognuno le vuole amar. (Elio e le storie tese – La bella canzone di una volta)

Anita EkbergPer il post di oggi voglio prendere spunto da un commento letto su Facebook . Un tizio, risentito, si chiedeva come mai “nessuno” tra i suoi contatti si ricordasse di Anita Ekberg, formosa e bellissima attrice nella “dolce vita” di Fellini, scomparsa la notte scorsa all’età di 84 anni (attenzione, la notte scorsa sui quotidiani può significare anche una settimana fa n.d.r.).

Sappiamo tutti che si riferisse al fatto che ogni volta che muore “un famoso”, sui social, si scatena un putiferio di lagna da far impallidire un programma pomeridiano dei peggiori canali nazionali. Ma non tutti i famosi sono stati famosi nello stesso periodo. Alcuni lo sono stati quando ancora la televisione nelle case era un miraggio e le piazze erano ancora fatte con le panchine e di tornei da briscola in cinque. Quindi anche noi dovremmo fare i conti con loro ed adeguarci.

anzianoLasciando perdere la questione “salme eccellenti”, mi viene in mente un’ idea che chiaramente è stupida: la nascita di un social network interamente pensato e studiato per ultra settantenni.

Le funzioni saranno poche e basilari, create grazie agli studi compiuti sui comportamenti degli “anziani” che oggi frequentano Facebook.

  • Il sito graficamente sarà progettato in fosfori verdi. La scheda grafica è un oggetto superfluo ed è inutile studiare una tavolozza di colori adeguata.
  • Fosfori verdiNon sarà possibile condividere alcun link, se c’è una cosa che gli viene proprio male è mettere un link sulla propria bacheca. Quindi stop, eliminati.
  • In automatico, un po’ come per i compleanni, si saprà chi sono i morti del giorno. Sarà dunque possibile rendergli omaggio con un necrologio sulla bacheca. Questo è un sistema che ho scopiazzato, devo essere sincero, ho preso la funzione compleanno di facebook e l’ho unita alla splendida idea delle affissioni listate a lutto. Per i lutti illustri invece, un artista o politico e solo se divenuto famoso prima del 1970, su tutti i wall appariranno le gesta sotto forma di video in bianco e nero e/o fotoromanzo a colori. Faremo un accordo con le teche Rai, l’istituto Luce e con i quotidiani per i coccodrilli.
  • Stop alle chat private. Le conversazioni saranno solo pubbliche e soltanto sulle bacheche. Tanto è una funzione assolutamente inutile. Non saranno inoltre possibili le creazioni di nuovi gruppi o pagine fan. Non servono.
  • Il tasto “mi piace” verrà sostituito da un unico tasto: il pulsante “ringrazia per l’amicizia” sulla bacheca del nuovo amico; “grazie per avermi accettato tra i tuoi contatti” o “ti ringrazio di cuore per avermi accettato come amico/a nella tua lista di splendidi contatti”. Perdonatemi ma sul testo ci stiamo ancora lavorando.
  • Il sistema dei commenti prevederà la funzione automatica: apri -> [foto ragazza disinibita] aggiungi -> [apprezzamento banale]. Lo automatizzeremo per evitare di perdere qualche foto mentre si scorre la home velocemente e vista anche la difficoltà nel ruotare la pallina del mouse.
  • Il profilo accetterà in automatico tutte le amicizie delle tettone che ti fanno i complimenti e poi ti ricattano con i tuoi video imbarazzanti. Questo chiaramente sarà un servizio a pagamento e per soli uomini.
  • Inizialmente ci sarà un solo gioco e sarà dedicato alle donne: “spolvera la tua collezione di capodimonte”. Il games è molto semplice, sullo schermo appariranno delle statuette in capodimonte molto impolverate e la signora muovendo il mouse “sopra-sotto” e “destra-sinistra” andrà togliendo la polvere. Vincerà chi pulirà più statuette in meno di un minuto.
  • Infine la webcam. Avrà un sistema di calibrazione automatico e aiuterà l’utente durante lo scatto delle foto che generalmente sono fatte dentro ad un camerino poco illuminato. Il sistema segnalerà vocalmente la corretta esposizione e consiglierà di correggerla con una sottoesposta.

Con questo, amici e lettori, spero un giorno di raggiungere il mio obiettivo: diventare un sito consigliato da Salvatore Aranzulla.

Condividi: