Diario S1 G4.5. Personaggi: Borabonno

Diario S1 G4.5. Personaggi: Borabonno

La storia è acida, quando la senti fai aaahhh
Preso male come Lucio Dalla, regionale via da Senigallia
Non vedevo l’ora di andare via
E ora non vedo l’ora di ritornare a casa
Apro il cancello ma la porta è diversa
E c’è un altro cognome sul campanello. (Fabri Fibra – Vip in trip)

BorabonnoBorabonno è l’amico di tutti. Uno di quelli con cui fai a fatica a discutere per litigare. Buono, di quel buono che alle volte non ti spieghi. Tipo il parmigiano.

Discreto, grazia anche ad una memoria a breve termine che te ne fa apprezzare la riservatezza, apprezza anche qualsiasi cosa tu cucini.

Insomma, di bocca buona e “panza china”.

E’ un vero nerd, di quelli che scrivono codice pure quando pensano.

Non come me che fingo per darmi un tono nella società.

Vicio Borabonno fa tutto quello che un nerd fa per essere tale; colleziona strane carte da gioco, scrive in php, usa soltanto dispositivi android, formatta il suo windows ogni 15 giorni, suda ed ha il petto peloso.

Da un po’ di mesi ha pure conosciuto la parola compagno, non nel senso comunista del termine, ma perché “accasato” con Marianna , che fa di tutto per farcelo sapere. Vicio infatti è anche l’unico nerd “pleibboi” che abbia finora conosciuto.

Vicio è l’uomo delle app che tutto il mondo ci invidia, non perché le programma, ma perché le scova. Ha portato nella mia vita “2048”, il famoso gioco russo che ha spopolato nei primi mesi del 2014 e poi quella “antizanzare” di cui ho già scritto, ma anche  “pedometer”, l’applicazione che conta i passi, che ho comprato pur camminando soltanto in auto.

Borabonno è l’uomo delle sfide; su “Foursquare” ce le diamo sempre di santa ragione. L’ultima è stata per contenderci il ruolo di sindaco presso “fontanella nel corso” di un paesello delle madonie, e che ovviamente ho vinto.

Vicio però è anche l’unico appassionato di serie che le conosce tutte per sentito dire ed infatti non ne ha mai visto un episodio. Tranne “24”, l’unica serie che anch’io conosco solo per sentito dire e di cui dico sempre che è bella.

Borabonno dunque, è un uomo di razza nerd completo, che ama musica assolutamente sconosciuta i cui artisti hanno meno fans della pagina Facebook di Gasparri. Anche senza ricorrere alla censura.

Ci incontrammo per caso a lavoro. Fummo colleghi, restammo amici.

Condividi: